Confezione e posa di tende e tendaggi arricciati o tesi su bastone o binario, tende a rullo, tende a pannello, tende a pacchetto, tende veneziane, tende motorizzate, tende da interno e da esterno, tende ricamate.

Manutenzione smontaggio rimessa a modello e lavaggio tende.

Produzione e rimessa a modello di imbottiti, divani classici e moderni, poltrone, sedie, letti imbottiti.

Fornitura e posa di carta da parati, moquette, tappeti Vintage Patchwork .

Mobili e oggettistica francese country, provenzale, gustaviano, brocante e antiquariato.

Collezioni imbottiti e mobili Gervasoni design Paola Navone.



P.S. TI RICORDIAMO CHE IL SITO E' UN BLOG !
PER VEDERE TUTTE LE OFFERTE DIGITA NELLA BARRA "CERCA NEL BLOG" LA TUA PAROLA CHIAVE !

sabato 21 febbraio 2015

DETRAZIONE FISCALE DEL 65% PER LE TENDE !


PER TUTTO L’ANNO 2015 LA DETRAZIONE FISCALE DEL 65% (RISPARMIO ENERGETICO) SPETTA ANCHE PER LE SCHERMATURE SOLARI ESTERNE 

La legge di stabilità 2015 (art. 1 comma 47) ha stabilito che la detrazione fiscale del 65% (risparmio energetico) spetta anche: “Per l’acquisto e la posa in opera delle schermature solari di cui all’allegato M al Decreto legislativo 29 Dicembre 2006 n. 311, sostenute dal 1 Gennaio 2015 al 31 Dicembre 2015, fino a un valore massimo della detrazione di 60.000 Euro”.

Il citato decreto legislativo n. 311/2006 all’allegato A) definisce che cosa si in- tenda per schermature solari esterne: “sistemi che, applicati all’esterno di una superficie vetrata trasparente permettono una modulazione variabile e controllata dei parametri energetici e ottico luminosi in risposta alle sollecitazioni solari”. L’allegato M) del D.Lgs. 311/2006 elenca le norme tecniche cui devono attenersi le schermature solari:

•La norma UNI EN 13561 (TENDE ESTERNE) che riguarda: tende da sole, tende per lucernari, tende per serre, ten- de a bracci, tende per facciate, tende da facciata a rullo, tende a veranda, tende a pergola, cappottine, zanzariere e tende an- tinsetto, schermi solari mobili;

• La norma UNI EN 13659 (CHIUSURE OSCURANTI) che riguarda: veneziane esterne in alluminio, frangisole, chiusure oscuranti, persiane, scuri, tapparelle, ecc.; • La norma UNI EN 14501 (benessere termico e visivo);

• La norma UNI EN 13363.01 (dispositivi di protezione solare in combinazione con vetrate).

Le norme UNI EN di cui sopra non richie- dono livelli di prestazione termica, quindi tutti i prodotti che rientrano nella definizione di schermature solari e che sono conformi a tali norme tecniche assolvono allo scopo di un significativo risparmio ener- getico e, conseguentemente, beneficiano della detrazione fiscale del 65%.

QUAL È L’IMPORTO DELLA DETRAZIONE
L’importo massimo della detrazione è di 60.000 Euro, che corrisponde ad una fornitura massima di 92.000 Euro posa com- presa. La detrazione del 65% spetta su tutte le spese sostenute per l’acquisto e la messa in opera della schermatura solare: acquisto del bene, posa in opera (montag- gio, installazione), prestazioni professio- nali che fossero necessarie per acquisire la eventuale certificazione energetica (se richiesta).

CHI PUÒ USUFRUIRE DELLA DETRAZIONE
I contribuenti, residenti e non residenti, anche se titolari di reddito d’impresa, che possiedono, a qualsiasi titolo, l’immobi- le oggetto dell’intervento. In particolare, sono ammessi all’agevolazione:
• Le persone fisiche, compresi gli eser- centi arti e professioni, e più precisa- mente:
- I titolari di un diritto reale sull’immobile
(proprietà, usufrutto, uso, abitazione);
- I condomini, per gli interventi sulle parti

comuni condominiali;
- Gli inquilini;
- Coloro che detengono l’immobile in co-
modato.
• I contribuenti che conseguono reddito d’impresa (persone fisiche, società di persone, società di capitali);
• Le associazioni tra professionisti; 


• Gli enti pubblici e privati che non svolgono attività commerciale.

QUALI VINCOLI SULLE MODALITÀ DI ACQUISTO
L’acquisto può essere effettuato sia con pagamento diretto da parte del cliente, sia con finanziamento per credito al con- sumo, sia con contratto di leasing.

QUALI ADEMPIMENTI PER IL VENDITORE
Emissione della fattura:
- con descrizione del prodotto completo di posa. Si consiglia di mettere sempre la frase:
“Schermature solari mobili ai sensi del D.L. 311/2006 allegato M, norme UNI EN 13561, UNI EN 13659”.
Incasso della fattura:
• Per i clienti non titolari di reddito di im- presa: il pagamento della fattura deve avvenire esclusivamente mediante bo- nifico bancario “parlante” utilizzando le specifiche riservate ai bonifici per “RI- QUALIFICAZIONE ENERGETICA”. L’importo del bonifico verrà accreditato al venditore con una trattenuta del 8% a titolo di acconto di imposta (che quindi il venditore la ricupererà in sede di dichia- razione dei redditi), operata direttamen-
te dalla banca.Questo è valido anche in caso di finanziamento “credito al con- sumo” e sarà la stessa banca della so- cietà di finanziamento che si farà carico di fare da sostituto d’imposta per l’8%. • Per i clienti titolari di reddito di impresa: il pagamento può avvenire liberamente con qualunque mezzo di pagamento.

QUALI ADEMPIMENTI PER IL CLIENTE
• Per i contribuenti non titolari di reddito di impresa:
- conservare le fatture o le ricevute fi- scali comprovanti le spese effettiva- mente sostenute;
- conservare la ricevuta del bonifico bancario o postale parlante (in cui indi- care: causale del versamento, Codice Fiscale del beneficiario la detrazione, Partita Iva della Ditta che ha effettuato i lavori), o del pagamento tramite finan- ziamento credito al consumo;
- conservare l’eventuale asseverazio- ne (redatta da tecnico abilitato), che consente di dimostrare che l’intervento realizzato è conforme ai requisiti tecnici richiesti (a oggi non è stato chiarito se sia necessaria) o la certificazione del produttore che attesta la rispondenza del prodotto all’allegato M del D.Lgs. 311/2006, in sostituzione dell’asseve-
razione; - eventuale trasmissione in via telematica all’ENEA (www.enea.it), entro 90 gg dall’acquisto/installazione, della scheda informativa con allegato F (a oggi non è stato chiarito se sia necessaria).
• Per i contribuenti titolari di reddito
di impresa:
- conservare le fatture o le ricevute fiscali comprovanti le spese effettivamente so- stenute;
- conservare la prova del pagamento di
tali spese (anche con finanziamento o leasing);
- conservare l’eventuale asseverazione (redatta da tecnico abilitato), che con- sente di dimostrare che l’intervento re- alizzato è conforme ai requisiti tecnici richiesti (a oggi non è stato chiarito se
sia necessaria) o la certificazione del produttore che attesta la rispondenza del prodotto all’allegato M del D.Lgs. 311/2006, in sostituzione di questa as- severazione;
- eventuale trasmissione in via telemati-
ca all’ENEA (www.enea.it), entro 90 gg dall’acquisto/installazione, della scheda informativa con allegato F (a oggi non è stato chiarito se sia necessaria).
Sarà nostra cura aggiornare e chiarire appena possibile le informazioni ancora incerte. 

Nessun commento:

Posta un commento